La Bibbia: espressioni e modi di dire – Da M a Z

208 Visualizzazioni 15 È piaciuto

Espressioni, locuzioni e modi di dire derivati dalla Bibbia.

Si sono usate e, si usano ancora oggi, frasi e modi di dire derivati dalla Bibbia

Il più delle volte senza saperlo!

Ecco una raccolta non esaustiva con iniziali dalla M alla Z.


Maddalena pentita.

Peccatrice pentita (quasi sempre in senso ironico).

Si allude alla peccatrice che lavò i piedi di Gesù con le proprie lacrime e li asciugò con i capelli (Luca 7:37-50).

La tradizione tende a identificarla con Maria di Magdala, una delle discepole di Gesù.

Mandare da Erode a Pilato.

Mandare chi ha un problema da un’autorità all’altra.

L’espressione deriva dal tentativo di Erode Antipa (governatore della Galilea ai tempi di Gesù) di affidare la decisione sulla sorte di Cristo a Ponzio Pilato (allora procuratore romano della Giudea), che a sua volta rinviò il caso al giudizio di Erode (Luca 23:1-12).

Mea culpa (fare/recitare il Mea culpa).

(“Per mia colpa”) Fare ammenda.

Riconoscere un errore, ammetterlo e pentirsene (dal Salmo 51, nella versione della Vulgata).

Messia (Accogliere/essere atteso come il Messia; aspettare il Messia).

Attendere con impazienza un liberatore.

Miserere.

(“Pietà di me”) Incipit del Salmo 51 nella versione della Vulgata. Invocazione di compassione recitata nei riti per i defunti. Scherzosamente si “canta il miserere” a qualcuno che è considerato finito, rovinato, privo di risorse.

Muoia Sansone con tutti i Filistei!

Affermazione di chi, pur di compiere la sua vendetta, è consapevolmente disposto ad andare incontro al medesimo destino delle sue vittime.

La frase deriva da un passo dell’Antico Testamento in cui Sansone fece crollare l’abitazione nella quale si trovava con tutti i Filistei, provocando oltre alla loro morte anche la propria (Giudici 16:30).

Nascondersi dietro una foglia di fico.

Negare l’evidenza.

Tradizionalmente Adamo ed Eva, dopo aver scoperto di essere nudi, si coprirono con foglie di fico (Genesi 3:7).

Nei secoli dei secoli.

Per l’eternità, per sempre.

Espressione biblica presente soprattutto nel libro dell’Apocalisse.

Nessuno è profeta in patria.

Tratta dai Vangeli (per esempio Luca 4:24), quest’espressione si riferisce all’episodio in cui Gesù predica nel suo luogo natale, ma i suoi concittadini, che lo conoscono come figlio del falegname, non gli accordano credibilità come “profeta”.

Occhio per occhio (dente per dente).

(Esodo 21:24). Il suo significato è legato a un’usanza che stabiliva, in mancanza di leggi precise, una sorta di compensazione: chi avesse subito un torto era autorizzato a infliggere un torto di pari entità a chi glielo aveva inflitto.

Opera dello Spirito Santo.

Allusione scherzosa alla nascita di Gesù da Maria Vergine.

Dato l’improbabile reiterarsi di un caso analogo, l’espressione si usa per ogni azione o circostanza di cui qualcuno voglia negare la responsabilità o attribuirla a cause indipendenti dalla propria volontà.

Paradiso terrestre.

Luogo incantevole, reminiscenza del giardino dell’Eden in cui vivevano Adamo ed Eva prima della caduta.

Paradiso/paradisiaco.

Paradiso significa “giardino recintato” dove cresce l’albero della vita. Fu la dimora di Adamo ed Eva prima della caduta.

Il Paradiso è anche il “terzo cielo” di cui parla san Paolo, la dimora di Dio, nonché il luogo riservato alle anime dei giusti dopo la morte.

Partire da Adamo ed Eva.

Prenderla alla larga, senza utilizzare alcun tipo di sintesi.

Passione.

Sentimento molto forte, capace di dominare completamente una persona.

Dal latino pati “patire, subire, sopportare”. Chiaro riferimento alla Passione di Cristo.

Pazienza di Giobbe.

Fa riferimento a un personaggio biblico che tollerò con forza d’animo le peggiori avversità, tra cui la morte dei figli, e venne infine ricompensato da Dio.

Per un piatto di lenticchie.

Avere in cambio pochissimo (ricevere un compenso irrisorio o vendere qualcosa a un prezzo ridicolo).

L’espressione deriva dalla Genesi in cui si racconta di come Esaù vendette il suo diritto di primogenitura al fratello Giacobbe in cambio di un piatto di lenticchie (Genesi 25:29-34).

Periodo di vacche magre/grasse.

Essere in un periodo di crisi (vacche magre) o di abbondanza (vacche grasse).

Si riallaccia al racconto biblico di Genesi 41:1-4, in cui Giuseppe interpreta il sogno profetico di un faraone.

Piaga (d’Egitto).

Grave male, grave problema, flagello, dolore (ma anche persona noiosa o molesta).

Secondo il racconto biblico, ciascuna delle dieci calamità con cui Dio punì gli Egiziani che tenevano gli Ebrei in schiavitù.

Pomo d’Adamo.

La protuberanza cartilaginea tiroidea, che si presenta più o meno marcata soprattutto negli uomini.

Secondo la tradizione è il boccone del frutto proibito rimasto in gola a Adamo al momento del peccato originale.

Porgere l’altra guancia.

Perdonare un’offesa o un torto senza volere la vendetta, e anzi, cercare una riconciliazione.

Viene dall’insegnamento di Gesù, che invita a perdonare le offese ricevute e a far del bene ai propri nemici (Matteo 5:39).

Portare la propria croce.

Questo modo di dire trae la sua origine dalla Passione di Gesù ed è da intendersi come la capacità di sopportare e accettare i momenti dolorosi della vita, così come il Figlio di Dio ha accettato e sopportato la dura prova del martirio in croce.

Collegato all’episodio della salita al Calvario di Gesù carico della croce.

Portare oro, incenso e mirra.

Portare tanti doni, molto ricchi, con riferimento ai doni recati dai Magi a Gesù, in occasione della sua nascita a Betlemme (Matteo 2:11).

Povero cristo.

Vedi “Essere un povero cristo”.

Profeta di sciagure/sventura.

Un riferimento ai messaggi “scomodi” degli antichi profeti veterotestamentari ai loro contemporanei: solitamente questi annunciavano un castigo divino o la punizione dei peccati commessi dal popolo.

Recitare il Mea culpa.

Vedi “Mea culpa”.

Rendere l’anima a Dio.

Morire.

Compiuta la sua missione di redenzione, Gesù sulla croce “rese l’anima a Dio”.

Restare di sale.

Si dice di una persona che resta “impietrita” da un avvenimento.

Il riferimento è all’episodio biblico della distruzione di Sodoma e Gomorra: l’angelo aveva raccomandato a Lot e alla sua famiglia di allontanarsi dalle città senza guardarsi indietro, ma la moglie di Lot disubbidì e divenne una statua di sale (Genesi 19:26).

Saecula saeculorum...

Vedi “Nei secoli dei secoli”.

Scandalo.

Espressione di origine evangelica che si riferisce a persona o cosa che è di cattivo esempio (Marco 9:43-47).

Separare il grano dalla zizzania (dal loglio) o separare le pecore dai capri.

Espressione che deriva da una parabola evangelica (Matteo 13:24-30) in cui si racconta che un uomo giusto, accortosi che un nemico aveva seminato un’erba infestante (la zizzania) nel suo campo di grano, la lasciò crescere fino al momento della mietitura per non danneggiare le piantine di grano e solo dopo la estirpò dal terreno (vedi anche “Zizzania”).

Sepolcro imbiancato (essere un).

Essere falsi, ipocriti; nascondere una natura perversa oppure comportamenti riprovevoli sotto una parvenza di irreprensibile rettitudine.

Riprende un’invettiva di Gesù (Matteo 23:25) contro i farisei (vedi anche “Fariseo”).

Talento/talenti (avere talento, sfruttare/sprecare i propri talenti).

Il talento era un’antica moneta in circolazione in Grecia e in Palestina.

La parabola dei talenti (Matteo 25:14-30) è l’insegnamento di Gesù sulla responsabilità che ciascuno ha dei doni ricevuti da Dio.

Oggi con “talento” si indica una dote innata, un’inclinazione, un ingegno.

Vade retro (Satana).

“Allontanati, Satana”.

Locuzione latina tratta dalla Bibbia e, precisamente, dalla versione latina (Vulgata) del Vangelo di Marco (8:33).

È la frase che Gesù dice a Pietro, che protesta energicamente all’idea che Gesù debba essere ucciso, non avendo compreso che proprio quella è la missione di Gesù: prendere su di sé i peccati del mondo e morire.

Oggi si dice scherzosamente a chi ci induce in tentazione o ci propone (magari in buona fede) di seguire la via più facile…

Vecchio come Matusalemme / Vecchio bacucco.

Persona assai anziana.

Matusalemme è un personaggio biblico che visse 969 anni!

Analogamente l’espressione vecchio bacucco indica un altro profeta, Abacuc, anch’egli assai longevo.

Vendere per trenta denari.

Tradire.

In cambio di trenta denari Giuda tradì Gesù indicandolo ai soldati.

Voce nel deserto.

Parole, raccomandazioni, consigli e ammonimenti che non vengono ascoltati, idee che non trovano seguito.

I Vangeli (Giovanni 1:23, Matteo 3:3 eccetera) riprendono una frase di Isaia 15:3 con riferimento alla predicazione di Giovanni il Battista, che veniva dal deserto e invitava gli uomini a pentirsi dei propri peccati in vista dell’imminente salvezza portata da Cristo.

Zizzania (seminare la zizzania).

Erba infestante, detta anche loglio. “Seminare/mettere zizzania” significa mettere discordia, aizzare gli uni contro gli altri, nuocere a qualcuno suscitando discordie.

Dalla parabola evangelica (Matteo 25:24-30) in cui si narra di un uomo che, per danneggiare un nemico, seminò la zizzania nel suo campo di grano.


La Bibbia: Approfondimenti

Tratto da La Bibbia per tutti for Dummies

Staff La Casa della Bibbia

 

Pubblicato in: La Bibbia

Lascia un commento

Entra per postare commenti

Navigazione Blog

Ultimi post